18 marzo 2021

Una giornata dedicata a tutte le vittime del coranavirus.

Una ricorrenza triste per tutta l’umanità.

Nessuno di noi può dimenticare le immagini di quei carri in TV. Quante persone sono morte da un giorno all’altro, senza nemmeno poter rivedere i propri cari. Quanti di loro avevano ancora tante cose da fare, da raccontare, da vivere.

La vita è un bene prezioso, ci penso ogni volta che vedo persone che continuano a non rispettare le regole, a fare finta che tutto sia normale,  che nulla sia accaduto e continuo a non capire, ad arrabbiarmi, ad essere inquieta.

Dopo un anno sembra che le cose non siano cambiate,  e continuiamo a ripeterci che il vaccino risolverà tutto; ma gli ospedali sono pieni, tanti i morti.

Le nostre vite sono cambiate, in me non è  cambiata la speranza, un giorno torneremo a stringerci in un abbraccio, a camminare fianco a fianco, a guardare le nostre bocche sorridere!

Spero solo che questo accada presto….molto presto!

La speranza la troviamo anche nella natura, più incredibile che mai❤

Quando posso, è la mia ancora di salvataggio! Gli alberi, i fiori, le colline, le nuvole , il sole, la pioggia…MADRE NATURA!

E allora cammino con la mia macchina fotografica al collo tra queste stradine di campagna e….sogno ad occhi aperti!

La chiesa rurale di San Nicolino, quasi sola tra le colline a ricordarci quello che eravamo
Case di campagna disabitate immerse nelle colline
Il fiore è il simbolo della rinascita

Caro amico, ti scrivo, così mi distraggo un po’
E siccome sei molto lontano, più forte ti scriverò
Da quando sei partito c’è una grande novità
L’anno vecchio è finito, ormai
Ma qualcosa ancora qui non vaSi esce poco la sera, compreso quando è festa
E c’è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra
E si sta senza parlare per intere settimane
E a quelli che hanno niente da dire
Del tempo ne rimane ma la televisione ha detto che il nuovo anno
Porterà una trasformazione
E tutti quanti stiamo già aspettando Sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno
Ogni Cristo scenderá dalla croce
Anche gli uccelli faranno ritorno
Ci sarà da mangiare e luce tutto l’anno
Anche i muti potranno parlare
Mentre i sordi già lo fannoE si farà l’amore, ognuno come gli va
Anche i preti potranno sposarsi
Ma soltanto a una certa etàE senza grandi disturbi qualcuno sparirà
Saranno forse i troppo furbi
E i cretini di ogni età…..

Lucio Dalla

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close