I maritozzi

Non c’è cosa più affascinante e misteriosa di una pasta che lievita, il pane, la pizza, i maritozzi….e tutto questo può accadere con due semplici ingredienti: acqua e farina.

La ricetta di oggi l’ho trovata in un vecchio libro di ricette “la cucina marchigiana”. Qui ogni ricetta è raccontata, descritta nei particolari di vita vissuta, questo è interessante perché secondo il mio parere, ogni piatto, ogni ingrediente deve raccontare un territorio e i suoi costumi.

Ingredienti e preparazione

  • Diluire 20 g. di lievito di birra in poca acqua tiepida, quindi impastarlo con 50g. di farina e lasciar lievitare finché non apparirà ben gonfio.
  • Impastare di nuovo, incorporando 150 g. di farina, 1 uovo, un cucchiaio d’olio evo ed un pizzico di sale.
  • Formare una palla e metterla a lievitare al caldo per alcune ore.
  • Successivamente porre la pasta sulla spianatoia, aggiungere ancora 100 g. di farina, un un’altro uovo, due cucchiai di olio evo e 50 g. di zucchero.
  • Lavorare l’impasto in modo che risulti piuttosto morbido.
  • A piacere, potete aggiungere uvetta ammollata in acqua tiepida, pinoli, cedro candito a pezzetti.
  • Ricavare dall’impasto tanti panini a forma di spoletta, disporli su una lastra da forno e far lievitare per diverse ore.
  • Cuocere in forno caldo per circa 15 minuti.
  • Appena cotti, si ritirano, si pennellano con l’albume montato con lo zucchero, quindi si rimettono per qualche minuto in forno tiepido.
  • I dolci vanno mangiati freddi.

In passato, questi dolci venivano confezionati in occasione della mietitura, durante la pausa si consumava ciambelle e maritozzi preparati dalle donne di casa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close